Questa settimana inizia anche il tradizionale canto della Chiarastella con l’entusiasmo dei nostri ragazzi e giovanissimi, accompagnati dagli educatori.
Da martedì 12 dicembre in poi porteremo il lieto annuncio della nascita di Gesù Bambino.
Fra tante proposte che stordiscono e a volte disorientano ecco che vorremmo mettere a fuoco il senso del vero Natale.
Accogliamo questo messaggio aprendo non solo la porta di casa ma anche quella del cuore.
Una parte di ciò che verrà raccolto sarà per sostenere le necessità della missione di Mons. Hiiboro che forse sarà tra noi

E’ il suggerimento della diocesi per quest’anno pastorale e i nostri giovani, almeno chi opera nel sevizio educativo in Azione Cattolica, lo ha preso sul serio: questa settimana vivranno nell’ex casa delle suore una settimana di fraternità, all’insegna dell’amicizia, ma anche della preghiera e della riflessione.
Ci si vuole misurare nella nostra capacità di stare insieme secondo lo spirito del vangelo.
Preghiamo per loro e se qualcuno vuole contribuire con qualche dolce o altro gli animatori ne saranno ben contenti e riconoscenti.

E’ tradizione inoltre, nelle settimane che precedono l’8 dicembre, raccogliere le nuove adesioni all’Azione Cattolica (Tesseramento), per piccoli e grandi.
In queste prossime domeniche troveremo, fuori delle Messe, un banchetto pubblicitario per darci la possibilità di aderire.
La benedizione e la consegna delle tessere sarà la festa dell’Immacolata nella Messa delle 9.30.

Iniziamo lunedì 24 luglio l’attività estiva dei campi scuola.
Partiranno i più piccoli delle elementari e delle medie insieme a una decina di educatori, con il don e gli immancabili cuochi, per la montagna di Biacesa, in provincia di Trento.
Li accompagniamo con una preghiera.
Nel frattempo si offre tutti i giovedì, per chi resta, l’appuntamento delle 9.00 in chiesa e poi giochi in patronato con qualche animatore.
 

La grande avventura del Grest sta per decollare.
In realtà è da mesi che sono iniziate le tappe di avvicinamento con la formazione degli animatori e la preparazione tecnica, il coinvolgimento di persone adulte per i laboratori e i vari servizi di cucina e pulizie.
Inizio ufficiale questa domenica con la S. Messa delle 10.00 e poi due settimane insieme fino a Domenica 2 luglio.
Espera è il tema di quest’anno che vuole aiutare tutti a crescere nella speranza e insegnare il segreto per far diventare realtà i desideri di bene che custodiamo nel cuore.
 

Appuntamento classico d’inizio anno, la marcia della pace, organizzata dalla diocesi di Padova.
Sfortunatamente pregare e agire in favore della pace è sempre attuale.
Chi desidera porre un gesto forte, può iniziare il 2017 partecipando a Padova a questo evento: ore 15.00 in Sagrato del Duomo, poi attraverso le vie di Padova e conclusione con la S. Messa nella Chiesa di Santa Sofia con il Vescovo Claudio.

I ragazzi dell’ACR, i giovanissimi e le famiglie che hanno portato il lieto annuncio della nascita di Gesù vi ringraziano per la vostra accoglienza.
E’ stato bello e incoraggiante vedere questi giovani portare festosi un messaggio di speranza, superando il fastidio del freddo, suonando i campanelli delle vostre case e donando un sorriso portatore di gioia e di pace.
Quello che è stato raccolto (ve lo comunicheremo presto) sarà per le attività formative dei gruppi e per le persone nel bisogno.

Il tradizionale canto della Chiarastella ci aiuta a sentire ormai vicino il Natale di Gesù.
Vogliamo aprirci alla gioia di questo annuncio accogliendo i ragazzi, i giovani e le famiglie che ci visiteranno con questo gesto natalizio.
Attenzione ai gruppi che non sono della parrocchia e che approfittano dell’occasione per fare qualche soldino.
I giovanissimi passeranno per via Pontefranco, Zoccole, Belle, Pieretto, Scalona, il 13, 16, 19, 22 dicembre.
L’ACR lunedì 12 Quartiere del Donatore e Via Piazzola; martedì 13 Quartiere delle Rose e Via Matteotti; mercoledì 14 Via Matteotti e Vicolo Taliercio.

Tradizionalmente l’8 dicembre coincide con la festa del tesseramento all’Azione Cattolica.
La nuova presidenza sta già facendo pubblicità nei vari gruppi di ACR e dei giovanissimi; così pure gli animatori stanno raccogliendo le adesioni nel banchetto fuori della chiesa dopo le S. Messe (anche questa domenica 4 dicembre).
Abbiamo fiducia che questo appuntamento diventi occasione per rinnovare lo spirito associativo che da sempre è stato al servizio della crescita e della formazione di tutte le fasce della nostra comunità.
In appendice ricordo che è stata rinnovata anche la nuova presidenza dell’AC vicariale con neo presidente Casotto Elisa (Campo S. Martino), referente adulti Ivano Franchin (Marsango), referente giovani Boaretto Luca (Villafranca), referente ACR Dario Sandonà (Busiago).

Giovedì sera si sono svolte le elezioni dei nuovi responsabili dei vari ambiti dell’Azione Cattolica, in carica per il prossimo triennio:

  • presidente Pavan Nicola
  • responsabile settore adulti e famiglie Toffan Michele
  • responsabile settore Giovani e Issimi Fantin Filippo
  • responsabili settore ACR Moretto Matteo e Ragazzo Vittoria.

Grazie per la vostra disponibilità e buon cammino associativo e formativo assieme alla nostra comunità.

Stiamo investendo molto sui giovani, in specie dai 15 anni in avanti e vorremmo trovare alleati strategici anche nelle famiglie e nella altre agenzie educative presenti nel territorio.
Intanto stiamo ‘partorendo’ un Progetto Giovani che ci è costato quasi due anni di gestazione; anche a livello diocesano il Vescovo ha indetto un Sinodo dei Giovani.
Giovedì prossimo alle ore 21.00 a Taggì di Sopra secondo incontro con un ospite di tutto riguardo per il Gruppo Giovani UP.
E i giovanissimi? Inizieranno alla grande il loro percorso formativo/aggregativo Sabato 5 novembre con una bella uscita sui colli nel pomeriggio (le info presso i propri animatori).
Aspettiamo nuovi ragazzi che si mettono in gioco.

L’ACR inizia alla grande con la mega festa del CIAO, quest’anno con sorprendenti novità.
L’appuntamento per domenica 16 ottobre, mattina e pomeriggio; invitati speciali tutti i ragazzi, compresi quelli della Iniziazione cristiana; nel pomeriggio coinvolti anche i genitori.
Non mancate!

La nostra comunità parrocchiale continua ad accogliere temporaneamente nella ex casa delle suore, adiacente alla scuola dell’infanzia, due mamme ucraine con i loro bambini. E’ un piccolo segno di fronte alla tragedia immane della guerra che confidiamo possa non far morire la speranza di una pace possibile. Chi volesse dare una mano di qualsiasi tipo si può rivolgere alla Caritas parrocchiale o al sabato al mercatino dietro al Santuario. Grazie.