Abramo dialoga con Dio, esprimendo la confidenza e l’amicizia che ha con Lui. E’ bello vedere come Abramo non tiene per sé questa amicizia, ma la condivide con gli altri, mostrando così la sua passione per l’umanità e diventando benedizione per tutti. Il nostro padre nella fede ci insegna l’atteggiamento della INTERCESSIONE, l’atteggiamento di chi si ‘mette in mezzo’, si lascia coinvolgere, per prendersi cura dell’altro, iniziando a pregare per lui e per aprire nuove strade di vita, di dignità, di libertà per tutti. Vorremmo dire come Francesco d’Assisi: Signore, fai di me uno strumento della tua pace. Segnaliamo due possibilità comunitarie di preghiera e di intercessione, senza togliere niente a iniziative personali o in famiglia: Mercoledì alle ore 21.00 in Santuario una Via Crucis e l’adorazione per la conclusione per ogni tipo di conflitto; inoltre la proposta della preghiera mariana venerdì 25 marzo, solennità dell’Annunciazione, alle ore 20.30, sempre in Santuario.