Abbiamo iniziato con segni forti il tempo che ci prepara alla Pasqua: il gesto penitenziale delle ceneri che invita all’umiltà ma che esprime pure una possibile fecondità nella nostra vita. Il gettare la cenere sulla terra favorisce fertilità, nuova e rigogliosa vita. Come del resto, fino a qualche tempo fa, i panni venivano lavati anche con la cenere, per rendere pulito e nuovo il tessuto che si era sporcato. La cenere un segno allora non che mortifica ma che promuove e da speranza. Il ritrovarci inoltre a pregare giovedì scorso in tanti per la pace ha dato animo a chi sente una missione di ognuno costruire ponti di pace fra persone e popoli, a partire da noi. Mercoledì prossimo alle ore 21.00 in Santuario torneremo a pregare esplicitamente per la conclusione per ogni tipo di conflitto affidando al Signore e a Maria le nostre invocazioni. Ricordiamo che continuiamo a proporre pure la Via Crucis il Venerdì alle ore 15.30.