Siamo ormai alle porte del Natale, dono di Dio per l’umanità di oggi.
Sentiamo che è proprio Lui il regalo vero a cui alludono tutti gli altri regali che ci scambiamo in questi giorni.
E’ un dono che non si può comprare ma che va semplicemente chiesto con fiducia e umiltà.
Accogliamolo con sincerità di cuore e concretezza di scelte!
Vogliamo darci qualche buona occasione in questa ultima settimana: una buona confessione, un po’ di preghiera personale o in famiglia, un gesto di carità.
A proposito continua l’invito anche questa 4° Domenica di Avvento di portare qualche genere alimentare (non deperibile) durante la celebrazioni delle Messe per le persone e famiglie nella necessità.
Faremo Natale pure con i malati portando la Comunione Venerdì mattina assieme a Caritas e a un piccolo presente per loro a nome di tutta la comunità.