Per noi cristiani ogni tempo è utile e propizio (‘Kairos’: tempo favorevole) perché un tempo abitato da Dio e quindi sempre, nonostante tutto, gravido di vita e pieno di speranza. Continuiamo a lasciarci guidare, nel nostro cammino, dalla guida luminosa della Parola che sentiamo via maestra per educare i nostri pensieri, orientare i nostri pasi e compiere i nostri gesti quotidiani. In particolare in questo tempo di evidente fragilità vorremmo continuare ad aprirci alle altre persone con uno sguardo attento che sa arrivare al cuore e intercettare aspettative e bisogni, anche quelli non superficiali. La liturgia che ogni domenica la comunità riunita celebra in modo festoso, e in questa settimana anche l’8 dicembre, accompagnati da Maria in modo speciale, darà il ritmo ai nostri passi verso il Signore che viene. In ogni tappa di Avvento troviamo un colore, una sottolineatura, un gesto, un impegno. Regaliamoci in questi giorni “una sosta che ci rinfranca”, e non solo in chiesa, ma anche a casa, magari un attimo, con i figli, i genitori, i nonni, i fratelli, per un breve momento di preghiera, di riflessione, di famiglia.
Ci permettiamo di proporre almeno due piccole cose (suggerite dalla diocesi) che possono essere proposte a tutti:
1. L’atteggiamento concreto e quotidiano di Buon Vicinato, fatto di un saluto, di un attenzione, di un aiuto, di una visita, di un gesto di bontà. Un modo per scaldare l’ambiente e l’anima in un clima infreddolito non solo dalla meteorologia, ma anche dalla paura e dal sospetto.
2. La collaborazione fattiva a un Progetto Sociale Parrocchiale. Si tratta di far crescere un atteggiamento di carità verso le situazioni emergenti di necessità: persone sole, ammalate, anziane, che hanno perso il lavoro, che non ce la fanno ad arrivare a fine mese, impoverite in questo periodo di Corona Virus, con l’urgenza di pagare bollette o visite mediche. Proponiamo tre possibilità:
a) offrire ognuno un euro di carità raccogliendolo in famiglia per poi consegnarlo o portandolo in chiesa;
b) mettere nel bilancio complessivo delle spese natalizie un 10% per le famiglie in necessità e consegnarle in una busta a Natale;
c) realizzare un bonifico nell’Iban della parrocchia specificando nella causale: Sostegno Sociale Parrocchiale. Ecco l’IBAN della Parrocchia S. Cecilia Villafranca Padovana; IT60X0306962982100000001557.