Siamo arrivati al tempo forte dell’Avvento ma non rimane ‘debole’ se diventa un tempo nostro che riempiamo di desideri nuovi, di impegni generosi, di scelte famigliari, di aperture del cuore che colgono tanti ‘avventi’ nella nostra quotidianità. Come Parrocchia, in sintonia con l’Unità pastorale, ci offriamo dei percorsi, ci doniamo degli stimoli, poi ognuno farà i suoi passi.
Tre piste che possiamo percorrere:
1. “Prima gli ultimi”, assieme alla Caritas, con un’attenzione ogni domenica al momento dell’offertorio della S. Messa portando generi di prima necessità in favore delle persone e famiglie in difficoltà. E’ una proposta per i ragazzi della catechesi ma è aperta a tutte le famiglie della comunità.
2. Attenzione battesimale. Nella riscoperta della gioia del battesimo ogni domenica avremo una sottolineatura liturgica. In questa prima tappa avremo l’aspersione con l’acqua benedetta che indica un cammino nuovo che inizia e che ci chiede attesa e desiderio, curiosità e ricerca, disponibilità ed elasticità, con un’immagine occhi e cuore.
3. Ogni domenica una parola chiave che ci orienta. La prima parola è VIGILA! E’ l’invito del Signore per entrare nel tempo dell’Avvento e per accogliere il dono del Natale, che, non lo dimentichiamo, continua ad essere Gesù, e nient’altro.