Torniamo a ricordare una comunicazione della nostra Caritas con delle indicazioni concrete:

 

VISTE LE CRESCENTI NECESSITA’ EMERGENZIALI E’ AUMENTATA LA COLLABORAZIONE COL COMUNE, TRAMITE L’ASSESSORATO SOCIALE E LA PROTEZIONE CIVILE PER LA CONSEGNA A DOMICILIO DELLE BORSE SPESA.

-DA ALCUNI MESI E’ PRESENTE PRESSO IL SUPERMERCATO DESPAR UN CARRELLO PER ACCOGLIERE BENI ALIMENTARI DONATI PER LE FAMIGLIE PIU BISOGNOSE.

-RICORDIAMO CHE IN CHIESA SUL TAVOLINO ALL’INGRESSO SI POSSONO PRENDERE GLI STAMPATI PER FARE RICHIESTA AL COMUNE DI UN SUPPORTO ECONOMICO IN CASO DI NECESSITA’ INSORTE PER PERDITA DI LAVORO, CASSA INTEGRAZIONE, RIDOTTA POSSIBILITA’ LAVORATIVA…

-ALTRA OPPORTUNITA’ PER CHI VOLESSE PORTARE AIUTO A FAMIGLIE IN DIFFICOLTA’ POTREBBE ESSERE L’ACQUISTO DI BUONI SPESA REPERIBILI AL SUPERMERCATO DA CONSEGNARE DIRETTAMENTE OPPURE TRAMITE LA NOSTRA CARITAS

-DALLA SETTIMANA PROSSIMA METTEREMO DUE CESTE ACCOSTATE SIA IN SANTUARIO CHE NELLA CHIESA PARROCCHIALE, IN UNA CI SARA’ SCRITTO: “ PRENDI SE NE HAI BISOGNO E NELL’ALTRA DONA SE PUOI”.

-PER EVENTUALI NECESSITA’ POTETE CONTATTARE GLI OPERATORI CARITAS DOMENICO cell. 3290770454, GIUSEPPE cell.3479063988, PIERO cell.3402442356.

Questo è il comunicato che troviamo nel portale della diocesi e che riporto: “domenica 17 maggio, alle ore 10.00 la S. Messa della sesta domenica di Pasqua, presieduta dal vescovo Claudio, sarà celebrata senza partecipazione di fedeli, dal santuario di Villafranca Padovana (Pd) e trasmessa in diretta youtube sul canale della Diocesi di Padova e in diretta televisiva sul canale 12 del digitale terrestre (Tv7 Triveneta)”.

Siamo contenti che il vescovo Claudio, nel suo ‘pellegrinaggio mariano’ tra i Santuari della diocesi in questo mese dedicato a Maria, abbia scelto di celebrare l’Eucaristia nel nostro Santuario della Madonna delle Grazie. Ci uniamo spiritualmente e se ci è possibile anche attraverso i mezzi di comunicazione che ci sono accessibili, come sono sopra indicati.

Carissimi parrocchiani, sabato pomeriggio, 23 maggio, alle ore 16.00 (in tutta la diocesi), come segno di festa sentiremo il suono gioioso delle campane spiegate per avvisare tutta la popolazione che il periodo più rigoroso della quarantena è terminato e la comunità, anche se in modo ancora parziale e graduale, può cominciare a ritrovarsi e celebrare insieme la propria fede. In questi giorni abbiamo ricevuto con gioia il decreto ufficiale del Vescovo di Padova che regolamenta la vita ecclesiale della nostra diocesi e delle nostre parrocchie. La bella notizia è che a partire da lunedì 18 maggio è possibile ricominciare a celebrare in modo pubblico le principali celebrazioni che sono a noi care, come la Santa Eucaristia, specialmente domenicale e i Santi Sacramenti come i Battesimi, i Matrimoni, la Riconciliazione e i Sacramentali come i funerali. Naturalmente in questa Fase tutto questo va vissuto con prudenza, seguendo le norme vigenti che ormai conosciamo: mascherina protettiva, guanti o igienizzazione delle mani, distanza di sicurezza (1 metro davanti-dietro; 1 metro e mezzo laterale destro - laterale sinistro), mancanza di febbre e nessun contatto con persone infette di Corona Virus. Nell’entrare in chiesa troveremo delle persone designate, identificabili, che ci aiuteranno a ottemperare a tutte queste indicazioni. Inoltre troveremo delle indicazioni per il nostro posto e il luogo verrà igienizzato ogni volta che si farà una celebrazione. All’ingresso della chiesa troveremo anche ulteriori indicazioni scritte o disegni illustrativi.

Le nuove disposizioni diocesane, mentre hanno dato la possibilità di celebrare pubblicamente l’Eucaristia, hanno ritenuto opportuno di evitare il rischio di assembramenti per altri eventi religiosi non gestiti in modo organizzato, tra i quali la recita del Rosario, sia in luoghi chiusi che all’aperto. Quindi in questa seconda parte del mese di maggio, ancora a porte chiuse, continueremo a pregare il Santo Rosario solo nel nostro Santuario della Madonna, alle ore 21.00. Ogni famiglia, da casa propria, come una ‘piccola chiesa domestica’, è invitata a pregare, continuando ad affidarci con fiducia alla nostra Madre Celeste. Dove ci sono i bambini e i ragazzi della catechesi si può tentare di recitare almeno una o più decine, magari attorno all’Angolo Bello di casa nostra. Ricordo che lunedì 18 e venerdì 22 maggio sarà possibile seguire il Santo Rosario, recitato in Santuario, anche per il nuovo Canale youtube della “Parrocchia Villafranca S. Cecilia”.

Anche dalla diocesi sta arrivando una proposta di attenzione a tutte quelle situazioni di necessità che si vedono nel nostro territorio, economiche, sociali, relazionali. Per noi continua ad essere un punto di riferimento fondamentale la testimonianza delle prime comunità cristiane, rintracciabile nel libro degli Atti degli Apostoli, con uno stile di prossimità fatto di generosità e in uno spirito di condivisione. Attenzione che vorremmo fare nostra e che sentiamo quanto mai necessaria e urgente in questo contesto di crisi causato del Corona Virus, che provoca la nostra sensibilità e solidarietà. Quindi torniamo a ricordare una comunicazione della nostra Caritas con delle indicazioni concrete:

 

VISTE LE CRESCENTI NECESSITA’ EMERGENZIALI E’ AUMENTATA LA COLLABORAZIONE COL COMUNE, TRAMITE L’ASSESSORATO SOCIALE E LA PROTEZIONE CIVILE PER LA CONSEGNA A DOMICILIO DELLE BORSE SPESA.

-DA ALCUNI MESI E’ PRESENTE PRESSO IL SUPERMERCATO DESPAR UN CARRELLO PER ACCOGLIERE BENI ALIMENTARI DONATI PER LE FAMIGLIE PIU BISOGNOSE.

-RICORDIAMO CHE IN CHIESA SUL TAVOLINO ALL’INGRESSO SI POSSONO PRENDERE GLI STAMPATI PER FARE RICHIESTA AL COMUNE DI UN SUPPORTO ECONOMICO IN CASO DI NECESSITA’ INSORTE PER PERDITA DI LAVORO, CASSA INTEGRAZIONE, RIDOTTA POSSIBILITA’ LAVORATIVA…

-ALTRA OPPORTUNITA’ PER CHI VOLESSE PORTARE AIUTO A FAMIGLIE IN DIFFICOLTA’ POTREBBE ESSERE L’ACQUISTO DI BUONI SPESA REPERIBILI AL SUPERMERCATO DA CONSEGNARE DIRETTAMENTE OPPURE TRAMITE LA NOSTRA CARITAS

-ABBIAMO INOLTRE FATTO DOMANDA ALLA CARITAS DIOCESANA DI POTER ACCEDERE AI BUONI ACQUISTO DONATI DALLA SUPERMERCATI COOP ALLEANZA 3.0 ALLA CARITAS DIOCESANA E DA RIDISTRIBUIRE ALLE VARIE CARITAS PARROCCHIALI CHE NE AVESSERO FATTO RICHIESTA (RICHIESTA FATTA PER TUTTA LA NOSTRA UNITA’ PASTORALE).

-DALLA SETTIMANA PROSSIMA METTEREMO DUE CESTE ACCOSTATE SIA IN SANTUARIO CHE NELLA CHIESA PARROCCHIALE, IN UNA CI SARA’ SCRITTO: “ PRENDI SE NE HAI BISOGNO E NELL’ALTRA DONA SE PUOI”.

-PER EVENTUALI NECESSITA’ POTETE CONTATTARE GLI OPERATORI CARITAS DOMENICO cell. 3290770454, GIUSEPPE cell.3479063988, PIERO cell.3402442356.

In questo mese di maggio possiamo continuare a recitare questa bella preghiera per le vocazioni, in particolare per i nostri ragazzi/e e  inostri giovani.

 (Preghiera per la 57a Giornata mondiale di preghiera per vocazioni)

Signore Gesù, incontrare te è lasciare che il tuo sguardo ci raggiunga lì dove ci siamo nascosti. Solo i tuoi occhi vedono e amano tutto di noi: donaci la luce del tuo Spirito perché guardando te conosciamo il nostro vero volto di figli amati.

Signore Gesù, scegliere te è lasciare che tu vinca l’amarezza delle nostre solitudini e la paura delle nostre fragilità; solo con te la realtà si riempie di vita. Insegnaci l’arte di amare: avventura possibile perché tu sei in noi e con noi.

Signore Gesù, seguire te è far sbocciare sogni e prendere decisioni: è darsi al meglio della vita. Attiraci all’incontro con te e chiamaci a seguirti per ricevere da te il regalo della vocazione: crescere, maturare e divenire dono per gli altri. Amen.

C’è una bella notizia che vogliamo condividere già da questa domenica: il Vescovo Claudio, nel suo ‘pellegrinaggio mariano’ tra i Santuari della diocesi di Padova, ha scelto di celebrare l’Eucaristia domenicale nel nostro Santuario della Madonna delle Grazie domenica 17 maggio alle ore 10.00 (ultimo giorno delle porte chiuse). Noi potremo seguire la S. Messa per TV7 Triveneta (Canale 12 terrestre) o in diretta streaming sul sito della diocesi (www. Diocesipadova.it).

Siamo arrivati all’ultima settimana in cui siamo ‘costretti’ a celebrare a porte chiuse, ogni mattina alle ore 8.00, invitati ad unirci spiritualmente con il tocco delle campane. Come sapete da lunedì 18 maggio avremo la possibilità di ritornare a celebrare in modo pubblico, anche se ovviamente ottemperando alle norme vigenti (che ormai tutti ben conoscete) necessarie per la sicurezza delle persone. In settimana si ritroverà il Consiglio Pastorale (in videoconferenza) per vedere i dettagli della ripresa (anche se ancora iniziale e graduale) dei momenti celebrativi e delle attività pastorali.

Con più di 1000 iscritti nel nuovo Canale You Tube della “Parrocchia Villafranca S. Cecilia è stato possibile cominciare a trasmettere in diretta la recita del Santo Rosario dal nostro Santuario delle Grazie. Ogni sera, da Lunedì a Venerdì, alle ore 21.00 ci sarà questo appuntamento di preghiera rivolto alla nostra Madre celeste. Per questa settimana ancora a porte chiuse ma da lunedì 18 maggio anche in modo pubblico; inoltre ci organizzeremo per dare questa opportunità pure in qualche altro angolo della nostra parrocchia (i famosi Capitelli) dove poter sostare in compagnia di Maria. Resta comunque valida la preghiera in famiglia, magari attorno all’Angolo Bello: con la recita del S. Rosario (o almeno una o più decine, dove ci sono bambini e ragazzi) e con la lettura della Parola di Dio (ad esempio gli Atti degli Apostoli).

I Vescovi del Triveneto si riuniranno in questi giorni per vedere come gradualmente aprire (lo speriamo) la possibilità di qualche partecipazione ai momenti di preghiera comunitari. Per ora dobbiamo ancora attendere con pazienza e di ‘sfruttare’ le tante possibilità personali o che possiamo vivere in famiglia, magari attorno all’Angolo Bello: il S. Rosario (o almeno una o più decine, dove ci sono bambini e ragazzi); la lettura della Parola di Dio (ad esempio gli Atti degli Apostoli), la partecipazione alla S. Messa per TV, ecc.).  Se riusciamo a superare i 1000 Iscritti nel nuovo Canale You Tube della Parrocchia (“Parrocchia Villafranca S. Cecilia”) forse già dalla prossima settimana potremmo seguire per questo canale mediatico tutte le sere alle ore 21.00 la recita del S. Rosario nel nostro Santuario della Madonna delle Grazie.

Ogni anno, la Quarta domenica di Pasqua, quella del Buon Pastore, si celebra la Giornata Mondiale di preghiera per le Vocazioni. Lo slogan di questa domenica (3 maggio) è stato tratto dall’ Esortazione ai Giovani (Christus Vivit) di papa Francesco: “Datevi al meglio della vita”. Il ‘meglio’ è scoprire appunto la propria vocazione, cioè il perché sono al mondo e con quale obiettivo voglio vivere, perché tutto ciò che faccio abbia un senso e un fine che riempie il cuore. In questa settimana, che coincide con la prima del mese di maggio, vi propongo una preghiera in famiglia che aiuti tutti e ciascuno a scoprire e realizzare la propria vocazione, e per chi l’ha già abbracciata, ringraziare per questo dono e chiedere la forza di viverla fino in fondo: padre o madre di famiglia, sacerdote, religiosa, ma anche educatore, catechista, insegnante, medico, lavoratore, ecc. Potrebbe essere attorno all’Angolo Bello o la recita del S. Rosario con questa intenzione (farò girare per wa uno schema di Rosario per le Vocazioni).  Vi lascio con queste significative ed efficaci parole di Mons. Tonino Bello:

Vocazione è la parola che dovresti amare di più perché è il segno di quanto tu sia importante agli occhi di Dio. E' l'indice di gradimento presso di Lui, della tua fragile vita. Si, perché se ti chiama vuol dire che ti ama. Gli stai a cuore, non c'è dubbio. In una turba sterminata di gente risuona un nome: il tuo! Stupore generale. A te non ci aveva pensato nessuno. Lui si! Davanti ai microfoni della storia, ti affida un compito su misura per Lui! Si, per Lui, non per te. Più che una "missione" sembra una "scommessa". Una scommessa sulla tua povertà. Ha scritto "ti amo" sulla roccia, non sulla sabbia come nelle vecchie canzoni. E accanto ci ha messo il tuo nome. Forse l'ha sognato di notte, nella tua notte. Alleluia! Puoi dire a tutti: non si è vergognato di me! A questa nostra Chiesa, chiamata per vocazione ad essere santa e a vivere nella bellezza dei carismi, auspichiamo d’essere ‘vocazione’ dove trovano senso gioie e tristezze, speranze e delusioni di ogni giorno.

Con queste confortanti premesse preghiamo per la vocazione di ognuno, che parte dall’essere ciascuno al mondo (uomo o donna, vivi) e dall’essere cristiano (dal Battesimo).  Cerchiamo e ringraziamo, scopriamo e celebriamo, per arrivare a vivere la pienezza della maturità di Cristo che ci insegna a fare della nostra vita un dono. Allora mi unisco anch’io a questo augurio rivolto ad ognuno di voi: “Datevi al meglio della vita”.

 

 (Preghiera per la 57a Giornata mondiale di preghiera per vocazioni)

Signore Gesù, incontrare te è lasciare che il tuo sguardo ci raggiunga lì dove ci siamo nascosti. Solo i tuoi occhi vedono e amano tutto di noi: donaci la luce del tuo Spirito perché guardando te conosciamo il nostro vero volto di figli amati.

Signore Gesù, scegliere te è lasciare che tu vinca l’amarezza delle nostre solitudini e la paura delle nostre fragilità; solo con te la realtà si riempie di vita. Insegnaci l’arte di amare: avventura possibile perché tu sei in noi e con noi.

Signore Gesù, seguire te è far sbocciare sogni e prendere decisioni: è darsi al meglio della vita. Attiraci all’incontro con te e chiamaci a seguirti per ricevere da te il regalo della vocazione: crescere, maturare e divenire dono per gli altri. Amen.

Essendo ancora congelate tutte le modalità pubbliche di incontro e di assembramento noi presbiteri continuiamo a celebrare in forma privata (alle ore 8.00), cioè senza partecipazione di popolo, Sarete invitati a unirvi spiritualmente con il suono delle campane prima di ogni celebrazione. Tutte le intenzioni dei parrocchiani verranno presentate al Signore.