Quasi senza accorgercene con la Festa Solenne di Cristo Re dell’Universo stiamo concludendo l’anno liturgico che ha accompagnato un tempo di particolare fatica umana e sociale, ma anche cristiana ed ecclesiale. In realtà, a motivo del Corona Virus, ci troviamo ancora dentro una situazione che vorremmo superare presto, ma allo stesso tempo da cui vorremmo imparare cose nuove: atteggiamenti di maggiore vicinanza, capacità di aiuto e comprensione reciproca, riscoperta della spiritualità e della forza della preghiera, nuovi stili di solidarietà e di chiesa fraterna. La preghiera del Rosario in questo triduo in Santuario, rivolto a Maria Madonna della Salute e Madre delle Grazie ci ha stimolati e incoraggiati a continuare a chiedere aiuto al Signore per interpretare con fiducia cristiana il momento presente e il nuovo anno liturgico che si apre con il tempo forte dell’Avvento in vista del Natale di Gesù. Viviamo nella speranza l’attesa del Signore che promette ancora di venire per abitare tra noi!