Arriva puntuale anche quest’anno il tempo forte della Quaresima con tutta la sua carica di spiritualità concreta, fatta di preghiera, di gesti, di carità, di missionarietà, che vorrebbero portare ad un profondo rinnovamento personale e comunitario in vista della celebrazione annuale della Pasqua che è il principio di vita nuova per le persone e i popoli anche in questo periodo storico.
Fatti come quelli di Macerata, e non solo, dicono l’urgenza di una conversione profonda dell’essere umano verso cui la nostra fede cristiana vorrebbe portare con tutti i percorsi di catechesi, giovanili, liturgici e di crescita di socialità e solidarietà nelle nostre comunità e territori.
Mercoledì 14 febbraio alle 8.00 S. Messa con imposizione delle ceneri in Santuario; alle 15.15 aspettiamo i ragazzi e chi desidera al Rito delle Ceneri.
Alla sera alle ore 20.30 un’altra celebrazione per giovani, adulti e chi non potesse nel pomeriggio o al mattino.
Ci sarà anche la consegna, alle famiglie che volessero, della Cassettina per le aiutare le Missioni diocesane che verranno raccolte a partire da domenica 18 marzo (Quinta di Quaresima).
Quest’anno sosterremo i progetti della Prefettura di Robe, negli altopiani dell’Etiopia, dove sta operando il vescovo Antonio Mattiazzo.